Aderisci
Unione Europea - Iniziativa a favore dell'Occupazione Giovanile - Fondo Sociale Europeo - Investiamo nel tuo futuroAgenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro
www.garanziagiovani.gov.it

Incentivo Occupazione Giovani

​Assumere è un vantaggio per le imprese! 

Per promuovere l'inserimento occupazionale dei giovani, la Garanzia Giovani prevede delle agevolazioni per le imprese che assumono.
Sono previste diminuzioni del costo del lavoro per specifiche tipologie contrattuali, in modo da supportare economicamente l'ingresso e la stabilizzazione nel mercato del lavoro.

Il Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 394 del 2 dicembre 2016, rettificato dal decreto direttoriale n. 454 del 19 dicembre 2016, disciplina l'attuazione dell'Incentivo Occupazione Giovani.

Grazie a questa misura, le aziende ottengono un bonus se attivano:

  • Un contratto a tempo determinato anche a scopo di somministrazione di durata pari o superiore a sei mesi
  • Un contratto a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione)
  • Un apprendistato professionalizzante.

L'incentivo è escluso per il contratto di apprendistato di primo e terzo tipo, per il lavoro domestico, intermittente e accessorio. Non rientrano, altresì, nella misura i tirocini e il servizio civile.

L'agevolazione, fruibile in 12 quote mensili a partire dalla data di assunzione del giovane, riguarda:

  • Per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato (comprese le proroghe), il 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro fino ad un massimo di euro 4.030
  • Per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato, la contribuzione previdenziale a carico dei datori di lavoro fino ad un massimo di euro 8.060 su base annua.

Il bonus massimo riconoscibile per l'apprendistato professionalizzante corrisponde a quello previsto per i rapporti a tempo indeterminato, qualora il rapporto abbia una durata pari o superiore ai 12 mesi.

Come viene riconosciuto il bonus? Il datore di lavoro deve inoltrare apposita istanza telematica all'INPS, disponibile all'interno dell'applicazione "DiResCo".  Nel modulo online "OCC.GIOV." devono essere indicati i seguenti dati: il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l'assunzione; la Regione e la Provincia di esecuzione della prestazione lavorativa; l'importo della retribuzione mensile media prevista o effettiva; l'aliquota contributiva datoriale.

Il bonus non è cumulabile con altri incentivi all'assunzione di natura economica o contributiva. Nel caso di rapporti di apprendistato, l'incentivo si applicherà sulla quota ridotta prevista per la particolare tipologia contrattuale.
È possibile fruire dell'Incentivo Occupazione Giovani anche se si tratta di una persona in precedenza assunta da un altro datore di lavoro che a sua volta abbia beneficiato del "Bonus occupazionale" oppure del "Super Bonus Occupazione – Trasformazione Tirocini". È, ad ogni modo, necessario che i periodi di fruizione delle diverse agevolazioni non si sovrappongano temporalmente tra loro.

La Circolare INPS del 28 febbraio 2017 n.40 fornisce maggiori chiarimenti sull'incentivo e su come fruirne. Il successivo Messaggio INPS del 15 marzo 2017 n.1171 comunica la disponibilità dei moduli per l'invio dell'istanza telematica. 


Per consultare la documentazione relativa al precedente Bonus Occupazionale, clicca qui.