Aderisci
Unione Europea - Iniziativa a favore dell'Occupazione Giovanile - Fondo Sociale Europeo - Investiamo nel tuo futuroMinistero del Lavoro e delle Politiche SocialiAgenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro
www.garanziagiovani.gov.it

FAQ

1) Chi può aderire al Programma Garanzia Giovani?

I giovani residenti in Italia che, al momento della registrazione al portale nazionale o regionale, abbiano un'età compresa tra i 15 e i 29 anni che non siano impegnati in un'attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo. I requisiti della non occupazione e del non inserimento in un percorso di studio o formazione devono essere posseduti al momento della registrazione al Programma e devono essere mantenuti durante tutto il percorso.

2) Ho 29 anni, entro quando posso aderire a Garanzia Giovani?

Puoi aderire dal 1° maggio 2014 fino al giorno prima del compimento del tuo trentesimo compleanno. Il requisito dell'età deve essere posseduto al momento dell'adesione al Programma tramite iscrizione al portale Garanzia Giovani. La perdita del requisito dell'età dopo l'adesione non comporta l'esclusione dal Programma.

3) Sono un giovane straniero, posso partecipare alla Garanzia Giovani?

Sì, l'adesione è rivolta anche ai cittadini comunitari o stranieri extra UE, regolarmente soggiornanti, purché siano residenti in Italia. La residenza deve essere intesa come il luogo in cui la persona vive, dimostrabile attraverso un documento, ad esempio un permesso di soggiorno, la registrazione nel comune, l'indirizzo permanente o prova equivalente. Restano validi anche per loro i requisiti di età e la situazione personale ovvero non essere impegnati in un'attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo.

4) I rifugiati e i richiedenti asilo possono partecipare al Programma?

I richiedenti asilo possono svolgere attività lavorativa e usufruire delle misure di accompagnamento previste dal Programma solo dopo 6 mesi di permanenza sul territorio nazionale (senza che sia intervenuta la decisione sulla domanda di asilo); l'accesso ai percorsi di formazione, comprese quindi le misure di accoglienza, orientamento e formazione, e lo svolgimento di tirocini formativi sono consentiti invece anche a favore di quanti abbiano presentato domanda di protezione da meno di sei mesi. 

5) Come faccio ad aderire al progetto?

Per aderire, occorre registrarsi. Bisogna compilare con le proprie informazioni anagrafiche il modulo online sul sito Garanzia Giovani nella sezione "Aderisci" oppure sui portali regionali. Il sistema invia all'indirizzo email da te indicato in fase di registrazione, le credenziali con cui accedere all'area personale e ai servizi personalizzati del Programma. Nell’area personale, per completare l'adesione, è necessario selezionare una o più Regioni (o Provincia Autonoma) dove si preferirebbe usufruire di una delle opportunità previste da Garanzia Giovani (es. tirocinio, proposta di lavoro, etc.).

6) Cosa devo fare se sono già registrato al portale ANPAL?

Non occorre fare una nuova registrazione. Basta accedere all'area riservata utilizzando user e password già in tuo possesso, scegliere una o più Regioni e aderire al programma. Per accedere al portale ANPAL possono essere utilizzate le credenziali di accesso già utilizzate per Cliclavoro.

7) Ho aderito al Programma Garanzia Giovani tramite un portale Regionale (Cliclavoro Campania, Cliclavoro Veneto, Sistema Puglia, etc.): le mie credenziali d'accesso valgono anche per il portale nazionale www.anpal.gov.it?

No, non è possibile accedere con le stesse credenziali.

8) Come faccio a sapere quali sono le misure attivate dalla mia Regione?

Ogni Regione ha un proprio piano di attuazione con l'indicazione delle misure che vengono attivate sul territorio. Per conoscere quali sono i servizi erogati dalla Regioni, si consulti la sezione “Il ruolo delle Regioni” sul sito Garanzia Giovani.

9) Devo aderire obbligatoriamente alla regione di residenza o domicilio?

No, è possibile scegliere una o più Regioni anche diverse da quella di residenza o domicilio, in base alle misure attivate maggiormente in linea con le proprie esigenze.

10) Dopo la registrazione e la scelta di una o più Regioni, da quale Servizio per l'impiego verrò chiamato?

Sarà un referente regionale a comunicare alla mail indicata in fase di registrazione il Servizio per l'impiego (Centro per l'impiego, Agenzia per il Lavoro o altro Ente accreditato per i Servizi al Lavoro) presso cui recarsi per fare un primo colloquio di orientamento.

11) Se ho scelto più Regioni in fase di registrazione, cosa succede nel momento in cui vengo convocato dal Servizio per l'impiego?

È necessario presentarsi solo alla convocazione nella Regione di proprio interesse. Se la Regione che ha proceduto alla convocazione non lo fosse più, non presentandosi al Servizio per l'Impiego indicato, l'adesione alla singola Regione verrà cancellata d'ufficio.

Una volta che ci si è presentati alla convocazione da parte del Servizio per l'impiego e si è sottoscritto il Patto di servizio, sarà cancellata automaticamente l'adesione alle altre Regioni.

12) Posso usufruire delle misure e dei servizi in una Regione diversa rispetto a quella dove sono stato preso in carico?

Sì, è possibile ad esempio svolgere il tirocinio o essere assunto fuori dalla Regione scelta per la presa in carico.

13) Ho aderito alla Garanzia Giovani, entro quanto tempo sarò chiamato dalla Regione?

Dopo l'adesione, entro 60 giorni, la Regione scelta contatterà il giovane per indirizzarlo al Servizio per l'impiego (Centro per l'impiego, Agenzia per il Lavoro o altro Ente accreditato per i Servizi al Lavoro) e concordare un percorso personalizzato per l'inserimento lavorativo o di formazione professionale.

14) Ho aderito alla Garanzia Giovani, entro quanto tempo riceverò la proposta per un corso di formazione, per un tirocinio o per un lavoro?

Entro 4 mesi dal momento della stipula del Patto di servizio verrà offerta al giovane una delle misure previste dal Programma in linea con il suo profilo.

15) Sono iscritto/a all'Università, sono disoccupato/a, posso partecipare al Programma?

No, il Programma Garanzia Giovani è rivolto solo ai giovani che non lavorano e che non siano inseriti in alcun percorso scolastico o formativo.

16) Sto frequentando l'ultimo anno del liceo, posso partecipare a Garanzia Giovani?

No, il Programma Garanzia Giovani è rivolto solo ai giovani che non lavorano e che non siano inseriti in alcun percorso scolastico o formativo.

17) Sto seguendo un corso di formazione posso aderire a Garanzia Giovani?

No, perché il  programma Garanzia Giovani  è rivolto ai NEET di età compresa tra i 15 e i 29 anniresidenti in Italia non impegnati in un'attività lavorativa né inseriti in un percorso scolastico o formativo.

18) Sto facendo il servizio civile nazionale (attraverso il bando ordinario, quindi non nell'ambito di GG), posso aderire al Programma Garanzia Giovani?

Sì. Un giovane avviato al Servizio Civile Nazionale non perde lo status di disoccupato ex D. Lgs. 150/2015 in base all'art. 9 del D. Lgs. n. 77/2002, poiché l'attività svolta nell'ambito dei progetti di Servizio Civile non determina l'instaurazione di un rapporto di lavoro. Inoltre non risulta iscritto ad un percorso di istruzione e formazione, poiché la formazione prevista all’interno del percorso di Servizio Civile Nazionale mira a “contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero”. 
Si specifica che il Servizio Civile Nazionale svolto nell’ambito del Programma Garanzia Giovani si configura come una misura di politica attiva al pari delle altre misure. I percorsi di Servizio civile Nazionale svolti extra Programma Garanzia Giovani non precludono l’accesso alle altre opportunità offerte dal Programma, salvo quanto diversamente disciplinato dalle singole normative regionali in materia di servizio civile regionale.

19) Sto svolgendo un tirocinio nell'ambito del progetto Amva – Neet, posso aderire a Garanzia Giovani?

No, perché il programma è rivolto ai giovani Neet che non partecipano ad alcuna attività lavorativa né esperienza di lavoro né frequentano un regolare corso di studi.

20) Come posso recuperare la Certificazione Unica (CU) relativa alle indennità di tirocinio?

Gli utenti in possesso di PIN anche ordinario o SPID, possono scaricare e stampare la Certificazione Unica 2017 dal sito www.inps.it, seguendo uno dei tre percorsi di navigazione:

a) Accedi ai servizi > Servizi per il cittadino > Certificazione unica 2017 > (codice fiscale PIN)

b) Accedi ai servizi > Elenco di tutti i servizi > Certificazione unica 2017 (Cittadino) > (codice fiscale e PIN)

c) ​Accedi ai servizi > Per tipologia di utente > Cittadino > Certificazione unica 2017 (Cittadino) > (codice fiscale PIN).

Oppure, per i titolari di indirizzo di posta elettronica certificata è possibile richiedere all'indirizzo "richiestaCertificazioneUnica@postacert.inps.gov.it" tale certificazione unitamente ad una copia scansionata del documento di identità del richiedente. La Certificazione Unica sarà recapitata alla casella PEC utilizzata dal richiedente.

Infine, la Certificazione Unica potrà essere ottenuta anche attraverso gli intermediari specializzati (Patronati, Centri di assistenza fiscale, professionisti abilitati all'assistenza fiscale).

21) Sono un giovane in possesso della Qualifica di istruzione professionale o Diploma di istruzione professionale. Al momento della registrazione, quale titolo di studio devo inserire?

I titoli di studio sopra citati sono compresi nella voce "diploma".

22) Come faccio a verificare se possiedo il requisito della disoccupazione?

Lo stato di disoccupazione è determinato in base alle disposizioni del D. Lgs. 150/2015 e i Servizi per l'impiego sono competenti per l'accertamento.

Il giovane NEET aderente al Programma deve essere immediatamente disponibile al lavoro e la richiesta di ammissione al Programma Garanzia Giovani equivale alla dichiarazione di disponibilità al lavoro.

23) Quali sono i servizi offerti ai giovani iscritti al Programma?

Un colloquio di Orientamento per individuare il percorso più adatto, formazione mirata all'inserimento lavorativo e al reinserimento di giovani 15-18enni nel sistema di istruzione e formazione, Misure di Accompagnamento al lavoro, Contratto di Apprendistato, Esperienza di Tirocinio, Servizio civile, Sostegno all'autoimprenditorialità, Mobilità professionale all'interno del territorio nazionale o in Paesi dell'Unione europea.

24) A chi posso rivolgermi per avere ulteriori informazioni relative al Programma Garanzia Giovani?

È possibile rivolgersi agli sportelli informativi presso i Servizi per l'impiego dedicati a Garanzia Giovani.

25) Cosa è uno Youth Corner?

Lo Youth Corner è uno sportello informativo appositamente creato per il Programma Garanzia Giovani presente presso i Centri per l'impiego e gli altri Servizi per l'impiego che hanno attivato il servizio grazie alla convenzione regionale. Presso lo Youth Corner non solo è possibile effettuare il primo orientamento e concordare il percorso personalizzato, ma anche aderire direttamente al Programma, se non lo si è ancora fatto, attraverso il sito nazionale e i portali regionali.     

26) Sono un'azienda e vorrei aderire a Garanzia Giovani. Dopo aver compilato il modulo di adesione, qual è l'iter successivo?

Con le credenziali sarà possibile accedere all'area riservata per inserire le offerte di lavoro indicando nel form d'inserimento dell'offerta che si tratta di un' offerta "Garanzia Giovani". Per usufruire delle agevolazioni previste dal Programma è necessario che l'azienda attivi una delle misure incentivate, a favore di un giovane Neet, tra i 15 e i 29 anni, che ha aderito all'iniziativa Garanzia Giovani, sostenuto il primo colloquio di orientamento presso uno dei Servizi per l'impiego e firmato il patto di servizio.

27) Sono un'azienda soggetta all'obbligo di cui alla Legge 68/99 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili", posso usufruire di incentivi specifici promossi nell'ambito di 'Garanzia Giovani'?

Premesso che i giovani  con disabilità, in possesso dei requisiti (FAQ n. 1), possono accedere a tutte le misure del Programma, all'azienda sarà riconosciuto l'incentivo specifico  esclusivamente per le assunzioni al di fuori delle quote d'obbligo previste dalla L. 68/99.

28) È possibile annullare l'adesione al Programma? Dove sono definite le modalità?

La dichiarazione di adesione al programma è sempre annullabile, bisogna però distinguere due momenti:

- prima della stipula del patto di servizio, l'adesione può essere annullata su istanza del giovane che ha aderito ad una o più Regioni o su istanza d'ufficio nel caso di mancata presentazione del giovane al servizio competente. Il giovane può nuovamente riscriversi al Programma, perdendo, relativamente ai tempi di chiamata, le priorità collegate alla precedente iscrizione al programma;

- dopo aver stipulato il patto di servizio, il giovane può rifiutare la misura di politica offerta dal servizio competente, ovvero abbandonare una misura già intrapresa. In questo caso, il giovane può nuovamente riscriversi al Programma, perdendo, relativamente ai tempi di chiamata, le priorità collegate alla precedente iscrizione al programma, e lo stato di disoccupazione (D.Lgs. 150/2015).

Nel caso in cui il giovane abbia già stipulato il patto e non venga ritenuto idoneo e viene reinviato al Servizio per l'Impiego (ad esempio nella misura Servizio civile), il Servizio per l'Impiego reindirizzerà il giovane verso un'altra misura, tenuto conto delle motivazioni delle dichiarazione di inidoneità.

Le modalità informatizzate per l'annullamento dell'adesione al Programma sono definite in Conferenza Stato-Regioni con l'Addendum del 25 settembre 2014 all'accordo Stato - Regioni del 13 febbraio 2014.

29) È possibile candidarsi direttamente alle vacancies pubblicate nel portale nazionale, portali e regionali o mediante altre modalità individuali?

È possibile accedere alle vacancies pubblicate, ma è indispensabile aver aderito precedentemente all'iniziativa Garanzia Giovani, sostenuto il primo colloquio di orientamento presso uno dei Servizi per l'impiego e firmato il patto di servizio. Il SPI deve essere a conoscenza dell'avvenuta stipula del contratto.

30) Ho concluso il percorso previsto dal Programma, posso aderire nuovamente?

Sì, è possibile aderire anche dopo aver concluso il percorso con una nuova partenza rispetto all'ordine di chiamata e all'offerta di misure e servizi.

31) Quanto dura il Programma europeo?

Le risorse finanziarie dovranno essere impegnate entro dicembre 2015.

32)  Lo svolgimento di attività di tirocinio è compatibile, non trattandosi di attività lavorativa, con la percezione di trattamenti previdenziali di inabilità /invalidità e con quella di trattamenti assistenziali collegati alla invalidità civile?

Il percepimento di un assegno di invalidità/indennità di accompagnamento è  compatibile con le indennità di tirocinio. La riduzione totale di capacità lavorativa che potrebbe non essere compatibile, in alcuni casi, con la costituzione di un rapporto di lavoro non implica tuttavia l'impossibilità di avviare percorsi di tirocinio, in considerazione della natura formativa di tali percorsi. Sul tema dell'assegno di accompagnamento, l'INPS medesimo chiarisce che  “L’indennità di accompagnamento spetta al solo titolo della minorazione, cioè è indipendente dall’età e dalle condizioni reddituali”. Inoltre, si specifica che “L’indennità è compatibile con lo svolgimento di un’attività lavorativa ed è concessa anche ai minorati che abbiano fatto domanda dopo il compimento del sessantacinquesimo anno di età”. L' indennità di tirocinio è interamente cumulabile con i trattamenti previdenziali e assistenziali in oggetto.

33) Posso registrarmi al Programma pur essendo prestatore di lavoro accessorio retribuito con buoni orari (voucher)?

Nel caso in cui la prestazione di lavoro accessorio retribuita con voucher non produca reddito annuo per un importo complessivo superiore ai 2.000 euro per singolo committente, e sia stato preventivamente comunicato telematicamente al Centro per l’impiego di riferimento, questo non incide sullo stato di disoccupazione del prestatore di lavoro ed è dunque possibile aderire al Programma. 

34) Un soggetto con partita IVA può iscriversi al Programma?

Un soggetto titolare di partita IVA non movimentata negli ultimi 12 mesi, precedenti la presentazione della DID, può essere considerato soggetto privo di impiego ai sensi e per gli effetti dell’articolo 19 del decreto legislativo n. 150/2015.


"INCENTIVO OCCUPAZIONE GIOVANI"

35) L'Incentivo Occupazione Giovani materialmente in cosa consiste?

L'Incentivo si sostanzia in un conguaglio dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro privato per ciascun lavoratore assunto.

36) Quali sono le modalità operative con cui presentare domanda per l'incentivo?

La richiesta di erogazione deve essere inviata all'INPS (soggetto competente per la gestione dell'Incentivo) esclusivamente per via telematica.

37) Quali sono i destinatari dell'Incentivo?

L'incentivo è rivolto ai datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumano giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, i quali:

  • abbiano assolto al diritto dovere all'istruzione e formazione, se minorenni;
  • non siano inseriti in un percorso di studio o formazione, in conformità con quanto previsto dall'art. 16 del Regolamento (UE) 1304/13;
  • siano disoccupati ai sensi del D.lgs. n. 150/2015.

38) Quali sono le tipologie contrattuali incentivabili?

Sono incentivabili le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere;
  • contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi.

39) L'incentivo è previsto anche in caso di proroga del contratto a tempo determinato?

Sì, l'incentivo è previsto anche in caso di proroga di un contratto a tempo determinato: si precisa che nei casi in cui la proroga consenta di prolungare la durata del rapporto di lavoro fino almeno a dodici mesi, il datore di lavoro può chiedere un beneficio ulteriore, nei limiti dell'importo massimo previsto per le assunzioni a tempo determinato, pari a 4.030 euro.

40) L'incentivo è previsto anche in caso di lavoro parziale?

Sì, l'Incentivo è riconosciuto anche in caso di tempo parziale: chiaramente l'importo sarà proporzionalmente ridotto.

41) Qual è il periodo entro il quale l'assunzione deve essere effettuata dal datore di lavoro privato perché possa presentare l'istanza di prenotazione per l'Incentivo Occupazione Giovani?

L'assunzione deve essere effettuata dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017.

42) Qual è il termine ultimo per la fruizione dell'incentivo?

I datori di lavoro privati dovranno fruire dell'incentivo entro il 28 febbraio 2019, pena la decadenza.

43) Qual è l'importo previsto per l'Incentivo?

L'importo massimo previsto è di 8.060 euro per lavoratore assunto.

44) L'Incentivo Occupazione Giovani può essere fruito per un solo anno o per più anni?

L'Incentivo può essere fruito dal datore di lavoro privato per un massimo di 12 mensilità per persona assunta.

45) Se una persona frequenta o ha frequentato un tirocinio, nei sei mesi precedenti all'assunzione da incentivare, conserva lo stato di disoccupazione?

Il tirocinio svolto non pregiudica lo status di disoccupato del lavoratore, dal momento che il tirocinio si configura come esperienza formativa e non lavorativa.

46) L'Incentivo è cumulabile con altri incentivi all'assunzione di natura economica o contributiva? E nello specifico con quelle previste per l'apprendistato?

L'incentivo non è cumulabile con altri incentivi all'assunzione di natura economica o contributiva. Nel caso di rapporti di apprendistato, l'incentivo si applicherà sulla quota ridotta prevista per la particolare tipologia contrattuale.

47) L'Incentivo Occupazione Giovani è compatibile con il "bonus occupazionale" e il "super bonus"?

Un datore di lavoro privato può fruire dell'Incentivo Occupazione Giovani a fronte dell'assunzione di una persona anche se la stessa sia stata in precedenza assunta da un altro datore di lavoro che a sua volta abbia beneficiato del "Bonus occupazionale" oppure del c.d. "Super Bonus Occupazione – Trasformazione Tirocini", a condizione però che i periodi di fruizione degli incentivi non si sovrappongano temporalmente.

48) Il Decreto istitutivo  indica che possono fruire dell'Incentivo i datori di lavoro privati che "senza esservi tenuti", assumano persone con le caratteristiche di cui […]: quali sono invece i casi in cui il datore di lavoro privato è tenuto ad assumere una persona?

La Circolare INPS n. 137/2012 del 12 dicembre 2012 ("Legge 28 giugno 2012, n. 92. Novità in materia di incentivi all'assunzione. Regole generali.  Applicazione agli incentivi per l'assunzione dei lavoratori disoccupati o in cigs da almeno 24 mesi e dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità") dettaglia i casi in cui per l'azienda sia previsto l'obbligo di assunzione.

49) L'Incentivo è previsto anche per assunzioni effettuate con contratto di lavoro intermittente?

No, il contratto di lavoro intermittente, come anche quello accessorio e domestico, non è una tipologia contrattuale prevista dall'incentivo.

50) Per le assunzioni effettuate da un datore di lavoro privato oltre il limite del "de minimis" è prevista la possibilità comunque di fruire dell'incentivo a patto che la stessa assunzione determini un incremento occupazionale netto: per tale verifica si terrà conto delle disposizioni comunitarie oppure si farà riferimento alle modalità adottate e applicate fino ad oggi dall'INPS?

Le modalità con cui si calcolerà l'incremento occupazionale netto sono quelle applicate dall'INPS coerentemente con quanto indicato al riguardo anche dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell'interpello n. 34/2014 del 17 dicembre 2014.