Aderisci
Unione Europea - Iniziativa a favore dell'Occupazione Giovanile - Fondo Sociale Europeo - Investiamo nel tuo futuroMinistero del Lavoro e delle Politiche SocialiAgenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro
www.garanziagiovani.gov.it

Garanzia Giovani: intesa tra Ministero del Lavoro, ANPAL e Confimi Industria

Data:01/03/2018 ore 17:00

Un protocollo d'intesa per favorire l'occupazione giovanile nell'ambito di Garanzia Giovani è stato siglato dal Ministero del Lavoro, l'ANPAL e Confimi Industria (Confederazione dell'industria manifatturiera italiana).

L'obiettivo dell'accordo è di definire un quadro di collaborazione finalizzato a coadiuvare l'azione del Governo, delle Regioni e delle altre pubbliche amministrazioni coinvolte nell'attuazione del Piano nazionale per la "Garanzia Giovani".

In particolare, Confimi Industria si impegna a istituire un elenco delle sue imprese associate, circa 30 mila, disponibili ad attivare misure di Garanzia Giovani e a promuovere la realizzazione di un numero significativo di misure di Garanzia Giovani rivolte ai NEET nelle proprie realtà produttive. L'ANPAL faciliterà l'incontro tra domanda e offerta, anche mettendo a disposizione il database contenente le informazioni e i contatti dei giovani iscritti a Garanzia Giovani, esclusivamente in relazione alle finalità istituzionali dell'Agenzia e agli interventi previsti dal protocollo. L'ANPAL si impegna, inoltre, a sviluppare metodologie e strumenti per un piano formativo rivolto agli operatori Confimi Industria.

L'intesa mira a favorire l'inserimento lavorativo e l'inclusione sociale dei giovani, anche attraverso azioni volte a sostenere l'alternanza scuola-lavoro, la certificazione delle competenze, i programmi di responsabilità sociale d'impresa, la conoscenza e l'innovazione digitale, lo scambio di know how e best practice, le iniziative di promozione e comunicazione di Garanzia Giovani.

La collaborazione sarà inoltre indirizzata a promuovere la rilevazione dei fabbisogni - di medio e lungo termine - delle figure professionali richieste dalle imprese e dal mondo produttivo. Verrà poi effettuato il monitoraggio delle azioni previste dall'accordo.


Consulta il Comunicato nell'area web dedicata